SAC


Procedura aperta per appalto di servizi di architettura e ingegneria – CUP G17H03000130001 CIG 79099866F0

18 Giugno 2019

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Quesito n° 1
Requisiti di capacità tecnica (punto III.2.3. del bando di gara e par. 4, lett. B) del disciplinare di gara).
Il requisito richiesto fa riferimento alle categorie di opere ex DM 17.06.2016 e relativi importi indicati nella tabella riportata al par. 1:

  • Opere edili – categoria E.20 – importo € 85.000.000,00 – requisito 68.000.000,00;
  • Opere impiantistiche – categorie IA.02, IA.04, vari – importo € 45.000.000,00 – requisito € 36.000.000,00;
  • Opere stradali e infrastrutture assimilabili – categoria V.03 – importo € 25.000.000,00 – requisito € 20.000.000,00.

Si chiede:

  • Di precisare se all’importo opere della categoria E.20 (ex I/c) o con grado di complessità superiore può essere sommato anche l’importo delle correlate opere strutturali (S.03);
  • Di confermare che l’importo opere impiantistiche è ottenuto come somma degli importi opere delle categorie IA.02 e IA.04;
  • Di chiarire, per le opere impiantistiche, cosa s’intende per “varie” (categoria IA.01?).

Risposta al Quesito n° 1

  • Si precisa che all’importo delle opere della categoria E.20 può essere sommato l’importo delle correlate opere strutturali.
  • Si conferma che l’importo delle opere impiantistiche è ottenuto come somma degli importi delle categorie IA.02 e IA.03.
  • Il termine “varie” è da considerare come riferito ad altre tipologie impiantistiche che potrebbero avere rilievo per opere in ambito aeroportuale.

 

Quesito n° 2
Riguardo alla formulazione del requisito, viene chiesto di “aver svolto, negli ultimi dieci anni, almeno due appalti di servizi……., di importo ciascuno almeno pari a 0,80 volte l’importo stimato dei lavori ……., calcolato riguardo ad ognuna delle classi e categorie …..”
Si chiede di chiarire se il requisito (valore delle opere) chiesto per ciascuna categoria deve essere soddisfatto da ogni servizio presentato (in numero minimo di due) o può essere soddisfatto dalla somma degli importi relativi ai due servizi.

Risposta al Quesito n° 2
Come specificato dalle linee guida Anac il requisito (valore delle opere) chiesto per ciascuna categoria può essere soddisfatto dalla somma degli importi relativi ai due servizi.

 

Quesito n° 3
Offerta Tecnica – Relazione “A – Professionalità e adeguatezza dell’offerta”
La descrizione sintetica dell’intervento chiesta al par. 7, lett. A) del disciplinare, i sub-criteri precisati nella tabella “Elementi di valutazione” e i correlato “Criteri motivazionali” indicano un chiaro orientamento per la presentazione di interventi di Direzione Lavori ed attività connesse e/o di Progettazione e Direzione Lavori, rispetto ai servizi di sola Progettazione. Infatti i sub-criteri A1 e A2, così come esplicitati, sono riferiti esclusivamente all’attività di esecuzione.
Si chiedono chiarimenti al riguardo

Risposta al Quesito n° 3
Non si ritiene che ci siano particolari orientamenti per la presentazione di interventi di Direzione Lavori ed attività connesse e/o di Progettazione e Direzione Lavori, rispetto ai servizi di sola Progettazione.

 

Quesito n° 4
Offerta Tecnica – Relazione “B – Modalità di svolgimento delle prestazioni – caratteristiche metodologiche dell’offerta”
Quanto evidenziato al quesito n° 3 si rileva anche nei criteri motivazionali dei sub criteri B1 e B2 della “B – Modalità di svolgimento delle prestazioni – caratteristiche metodologiche dell’offerta”.
Si chiedono chiarimenti al riguardo.
Si chiede inoltre di precisare che i curricula specifici (sub-criterio B2) sono esclusi dal computo del numero massimo di cartelle (8 formato A3 o 16 formato A4) utilizzabili.

Risposta al Quesito n° 4
Come sopra specificato non si ritiene che ci siano particolari orientamenti per la presentazione di interventi di Direzione Lavori ed attività connesse e/o di Progettazione e Direzione Lavori, rispetto ai servizi di sola Progettazione.
Si precisa inoltre che i curricula specifici sono esclusi dal computo del numero massimo di cartelle.

 

Quesito n° 5
Offerta Economica
Si chiede di confermare che in applicazione dell’art. 95 del D.Lgs. 50/2016, come modificato dal D.Lgs. 56/2017, in sede di offerta economica non vanno indicati i costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, essendo i servizi in affidamento di natura intellettuale.

Risposta al Quesito n° 5
Si conferma che, in applicazione dell’art. 95 del D.Lgs. 50/2016, come modificato dal D.Lgs. 56/2017, non vanno indicati i costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, essendo i servizi in affidamento di natura intellettuale.

 

Quesito n° 6
Paragrafo 4. Requisiti di partecipazione alla gara, b) Capacità tecniche e professionali del Disciplinare di gara: Si chiede di confermare che ai fini della qualificazione per la categoria E.20, si possano considerare idonee le attività svolte per opere analoghe nell’ambito della stessa categoria (non necessariamente di identica destinazione d’uso) e con grado di complessità almeno pari a quello dei servizi da affidare.

Risposta al Quesito n° 6
Si possono considerare idonee le attività svolte per opere analoghe nell’ambito della stessa categoria.

 

Quesito n° 7
Paragrafo 4. Requisiti di partecipazione alla gara, b) Capacità tecniche e professionali del Disciplinare di gara: Si chiede di confermare che ai fini della qualificazione per la categorie “IA.02 – IA.04 – vari” si possono considerare idonee attività svolte per le categorie IA.02, IA.03, IA.04 a prescindere dal grado di complessità.

Risposta al Quesito n° 7
Si conferma che ai fini della qualificazione per le categorie “IA.02 – IA.04 – vari” si possono considerare idonee attività svolte per le categorie IA.02, IA.03, IA.04.

 

Quesito n° 8
In riferimento all’art. 4 del Disciplinare di Gara “Requisiti di ordine generale”, si chiede di confermare che gli importi richiesti, relativi ai requisiti di capacità economico-finanziaria, tecnico-organizzativa e l’ammontare della polizza assicurativa per i rischi professionali possano essere raggiunti cumulando gli importi dei componenti il raggruppamento da costituirsi che parteciperà alla gara.

Risposta al Quesito n° 8
Si conferma il cumulo che deve essere parametrato alle percentuali di partecipazione al raggruppamento da costituirsi

 

Quesito n° 9
Si richiede se è necessario emettere il PASSOE del raggruppamento.

Risposta al Quesito n° 9
Non è necessario richiedere il PASSOE.

 

Quesito n° 10
In riferimento al capitolo 8 del D.d.G. “Offerta Economica”, si chiede di preparare l’offerta avvalendosi, preferibilmente, del modello allegato al disciplinare.

Risposta al Quesito n° 10
Quanto riportato nel disciplinare, in merito al modello allegato, è un refuso redazionale. Pertanto l’offerta può prepararsi su modello che si ritiene più congruo.

 

Quesito n° 11
Con riferimento al documento Disciplinare di Gara, art. 4 “Requisiti di partecipazione alla gara”, Requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico organizzativa, Capacità tecniche professionali;
si chiede di chiarire se possa costituire requisito anche un servizio di progettazione preliminare.

Risposta al Quesito n° 11
Il servizio di progettazione preliminare, come indicato nelle linee guida Anac, costituisce requisito.

 

Quesito n° 12
Con riferimento all’oggetto si richiedono i seguenti chiarimenti:

  • Sono disponibili elaborati grafici o documenti relativi all’area di intervento ed allo stato di fatto delle opere esistenti?
  • Sono disponibili gli studi di fattibilità tecnico economica o i progetti preliminari dai quali e possibile evincere il tipo di interventi oggetto della progettazione definitiva e/o esecutiva?
  • Sono disponibili gli elaborati progettuali per i quali è richiesto l’affidamento del servizio di sola D.L. e C.S.E.?
  • In merito ai requisiti di capacità tecnico professionale (punto a), le categorie richieste devono essere tutte (in particolare V.03) dimostrate attraverso servizi svolti in ambiti aeroportuali?

Risposta al Quesito n° 12
Sono disponibili gli elaborati citati ma esclusivamente in visione presso gli uffici dell’Amm.ne Appaltante.
Si in merito ai requisiti di capacità tecnico professionale, le categorie richieste devono essere tutte dimostrate attraverso servizi svolti in ambiti aeroportuali, come previsto dal Disciplinare di gara al punto b) art. 4.

 

Quesito n° 13
Con riferimento al documento “Disciplinare di gara, art. 3 Norme di partecipazione alla gara, Capacità tecnico professionali” si chiede gentilmente di confermare che i lavori in ambito aeroportuale debbano avere importo, con riguardo ad ognuna delle classi e categorie, la cui somma sia pari a 0.80 volte l’importo stimato dei lavori cui si riferisce la prestazione.
Con riferimento alla tabella in calce si prega quindi di confermare che la interpretazione sia corretta con riferimento alla colonna in giallo (come da linee guida Anac di attuazione del D.Lgs. 50/2016:
……..”avvenuto svolgimento negli ultimi dieci anni di due servizi di ingegneria ……. Per un importo totale non inferiore a      0,4 e 0,8 volte l’importo stimato dei lavori cui si riferisce la prestazione ….. “

Risposta al Quesito n° 13
Si conferma che i lavori in ambito aeroportuale debbano avere un importo, con riguardo ad ognuna delle classi e categorie, la cui somma sia pari a 0.80 volte l’importo stimato dei lavori cui si riferisce la prestazione.

 

Quesito n° 14
Nell’ottica di favorire una più ampia partecipazione alla gara, in considerazione anche della normativa vigente, si chiede di confermare che il requisito minimo all’espletamento dei due appalti può essere così soddisfatto:

  • Espletamento di due servizi la cui somma sia almeno pari a 0,80 volte l’importo stimato dei lavori;
  • Posseduto da due diversi componenti del raggruppamento;
  • Dimostrabile attraverso opere analoghe a quelle oggetto di incarico con grado di complessità almeno pari a quello dei servizi da affidare e pertanto non necessariamente di identica destinazione funzionale.
  • Si chiede di confermare se per tale procedura è prevista la verifica dei requisiti tramite sistema AVCPASS e pertanto la presentazione tra i documenti amministrativi della componente PASSOe.

Risposta al Quesito n° 14

  • Si conferma, come da linee guida Anac, che la somma di due servizi svolti deve essre pari a 0,80 volte l’importo stimato dei lavori.
  • Nel caso di raggruppamenti i requisiti devono essere posseduti in relazione alle percentuali di partecipazione del soggetti raggruppati.
  • I requisiti, come previsto da Disciplinare di gara al punto b) art. 4, devono essere relativi a lavori in ambito aeroportuale.
  • Non è necessario richiedere il PASSOe

 

Quesito n° 15
Per quanto riguarda la parte amministrativa, si chiede cortesemente di confermare che i “certificati attestanti le prestazioni svolte rilasciate dai Committenti”, a dimostrazione della capacità tecnica e professionale, verranno richiesti e presentati a valle dell’eventuale aggiudicazione come riportato nel secondo paragrafo a pag. 10 del disciplinare di gara.
Sempre in merito ai certificati di regolare esecuzione, si chiede di chiarire come, in presenza di partner estero, possano essere ricondotte le categorie di opere (edilizia/strutture/impianti/viabilità) rispetto a quanto previsto dalla normativa italiana (E.20, IA.02/04, e V.03).
Si chiede inoltre di chiarire cosa si intenda per “opere impiantistiche IA.02 – IA.04 – vari” riportato nella tabella a pag. 4 del disciplinare di gara. Chiediamo inoltre se nella cat. IA.02 possono essere ricomprese le opere impiantistiche idrauliche classificate nella cat. IA.01.

Risposta al Quesito n° 15
Si conferma quanto riportato a pag. 10 secondo paragrafo del Disciplinare di gara.
In presenza di partner estero è necessario produrre dichiarazione, redatta in lingua italiana o in alternativa corredata da traduzione giurata, del committente estero che indichi i servizi svolti, dai quali è possibile evincere la similitudine con le categorie oggetto di gara.
Il termine “varie” è da considerare come riferito ad altre tipologie impiantistiche che potrebbero avere rilievo per opere in ambito aeroportuale, inoltre la cat. IA.01 può essere ricompresa nella cat. IA.02.

 

Quesito n° 16
In riferimento alla polizza assicurativa contro i Rischi Professionali (requisito richiesto al punto t) pag. 15 del disciplinare di gara), si chiede di chiarire se tutti i componenti del raggruppamento concorrano coprire il requisito minimo richiesto, se la mandataria debba possedere anche tale requisito in misura maggioritaria e se tale documento debba già essere allegato ai documenti di gara.

Risposta al Quesito n° 16
Tutti i componenti RTI concorrono a coprire il requisito richiesto secondo le percentuali di partecipazione di ogni soggetto al raggruppamento.

 

Quesito n° 17
In riferimento ai requisiti di qualificazione di capacità economico finanziaria e tecnico organizzativa richiesti a pag. 9 del disciplinare di gara, si chiede cortesemente di chiarire se sia sufficiente dichiararne il possesso (come richiesto al punto t) pag. 15 del disciplinare di gara), oppure sia necessario esplicitarli riportandoli ad esempio nel DGUE ovvero allegando un elenco servizi svolti.

Risposta al Quesito n° 17
Si conferma quanto richiesto al punto t) pag. 15 del disciplinare di gara.

 

Quesito n° 18
Sempre in riferimento alla predisposizione della parte amministrativa ed offerta economica, si chiede cortesemente se codesto Spettabile Ente ritiene di mettere a disposizione dei Concorrenti la modulistica necessaria in formato editabile (domanda di partecipazione, DGUE, dichiarazioni integrative – offerta economica).

Risposta al Quesito n° 18
Non è prevista alcuna modulistica specifica (quanti riportato nel Disciplinare di gara in merito al modello allegato è un refusi redazionale).

 

Quesito n° 19
Per quanto riguarda l’offerta tecnica, si chiede di confermare che i CV specifici richiesti per l’elemento di valutazione B2, non sono compresi nel conteggio delle pagine della Relazione tecnico illustrativa che prevede un limite di n. 8 cartelle A3 (ovvero n. 16 cartelle A4).

Risposta al Quesito n° 19
Si conferma che i curricula specifici richiesti, sono esclusi dal computo del numero massimo di cartelle.

 

Ing. Luigi Bonfiglio
Responsabile unico del procedimento

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre informato sui servizi, le rotte e le attività dell'Aeroporto di Catania

Prenota Hotel