SAC


Gestione servizio Presidio Sanitario Aeroportuale e attività primo soccorso sanitario in caso di emergenze - CIG 78676985C7

26 Aprile 2019

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda 19: Il capitolato tecnico prevede che i medici rispondono ai requisiti professionali avendo conseguito i seguenti corsi : - corso ATLS (advance trauma life support); - ALS (Advance life supporto),orbene il primo è erogato esclusivamente dalla società TREAT s.r.l. con sede a Torino, mentre il secondo esclusivamente dai centri I.R.C., possono dirsi validi i corsi conseguiti presso altre sedi che siano equipollenti ad essi? In altre parole, è ritenuto valido qualsiasi altro corso di trauma avanzato equipollente? È valido l ’ACLS (advance cardiac life support) erogato dai centro AHA o equipollenti?
Risposta 19: Il personale impiegato nell'appalto deve avere conseguito gli attestati dei corsi richiesti, senza che rilevi l'Ente che li ha rilasciati.

Domanda 20: Il disciplinare di gara a pag.3 alla lett. b), tra i requisiti di idoneità professionale, prevede “b.2) Possesso dell’autorizzazione, in corso di validità, per l’esercizio dell’attività di trasporto e soccorso in ambulanza”, tale requisito, in caso di raggruppamento temporaneo di impresa e/o associazione temporanea di impresa è da intendersi soddisfatto nel caso in cui sia posseduto da una delle imprese raggruppate?
Risposta 20: Si, in caso di ATI l'autorizzazione per l'esercizio dell'attività di trasporto e soccorso in ambulanza può essere posseduto da una sola delle imprese raggruppate a condizione che detto servizio sia svolto dall'Impresa in questione.

Domanda 21: Nel Capitolato Speciale d’appalto a pag. 9 “Articolo 8) Comunicazione dell’elenco del personale e delle relative posizioni contributive – obbligo di osservare e rispettare quanto stabilito dalla vigente legislazione in materia di obblighi contributivi e previdenziali. L’appaltatore, entro 15 giorni dalla firma del contratto, dovrà comunicare alla S.A.C. S.p.A. L’elenco, le mansioni e le posizioni contributive del personale adibito ai singoli servizi e documentazione attestante la regolare assunzione di ciascuno di essi”, ciò significa che il personale può essere impiegato sia con un contratto di lavoro subordinato che con un contratto di lavoro autonomo?
Risposta 21: L'appaltatore è responsabile della gestione dell'appalto anche per ciò che riguarda i rapporti di lavoro con il personale impiegato. Ne consegue che è responsabilità dell'appaltatore determinare se  i servizi oggetto dell'appalto possano essere svolti, conformemente alla legislazione vigente, soltanto da personale dipendente con contratto di lavoro subordinato oppure no. 

Domanda 22: Nell’All. D “Elenco Scorta Intangibile” sono inseriti “Attrezzature e materiali”, ma non si comprende in che numero debbono essere integrate, se debbono essere a carico dell’Ente Appaltante o dell’appaltatore e, nel caso, in che misura. In altre parole, è necessario conoscere quali attrezzature e materiali sono presenti presso il sito, l’eventuale scaduto e lo scadendo, anche al fine di porre in essere un’adeguata offerta economica.
Risposta 22: Come specificato all'art. 4 del Capitolato: " Il reintegro e la manutenzione della scorta intangibile, che non potrà essere inferiore a quella allegata, è a cura e spese dell’appaltatore, anche nel caso di ulteriori implementazioni".

Francesco La Fauci
Responsabile Unico del Procedimento

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre informato sui servizi, le rotte e le attività dell'Aeroporto di Catania

Prenota Hotel