SAC


Attività Food and Beverage . Lotto 3C e 3Cbis

08 Giugno 2018

Riservato alle sole aziende destinatarie di espressa richiesta a presentare offerta
per assegnazione di aree per l'esercizio di attività commerciali Food and Beverage all'interno del nuovo Terminal C - Lotto 3C e 3Cbis

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.16:

In merito al lotto 3Cbis, è obbligatorio prevedere un’area sedute? Risposta: No

In merito al testo standard della convenzione di affidamento, Art. 6.7: Si chiede di specificare che tipo di profilazione dei passeggeri deve essere effettuata e sulla base di quale informazioni dei passeggeri. Si chiede conferma che, in caso di richiesta di lettura delle carte di imbarco, tale processo di raccolta dei dati venga previsto in conformità al nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali. Risposta: Si, è previsto in conformità al nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali.

In merito al testo standard della convenzione di affidamento, Art. 7.1, si specifica che alcune licenze saranno disponibili solo alla data di apertura del pdv. Si richiede conferma che non tutte le licenze dovranno essere consegnate 30 giorni prima dell’apertura. Risposta: La consegna delle licenze, indipendentemente dalla data di apertura dell’esercizio commerciale, deve avvenire entro 30 gg. Dalla sottoscrizione della convenzione.

In merito al testo standard della convenzione di affidamento, Art. 11.4 e 14.4, si prega di confermare che in caso di escussione della garanzia l’importo escusso si limiterà solo agli importi ancora dovuti ai sensi della concessione Risposta: la garanzia fideiussoria sarà escussa da SAC limitatamente agli importi ancora dovuti dal sub-concessionario in forza della Convenzione, ivi comprese le somme da corrispondersi a titolo di penale.

In merito al testo standard della convenzione di affidamento, Art 13.1 Si prega di precisare se, ai sensi della clausola 13.1, la subconcessionaria assume ogni responsabilità per i danni diretti e indiretti che possano derivare dalle fattispecie indicate dalla clausola solo se trattasi di fatti imputabili alla stessa (e non a terzi) Risposta: in forza dell’art. 13.1, prima parte, la sub-concessionaria assume ogni responsabilità per i danni che possano derivare a lei medesima anche per fatto di terzi, esonerando SAC da qualsivoglia  responsabilità; nella ipotesi di cui al successivo periodo, la sub-concessionaria sarà, invece, considerata responsabile per i danni cagionati a SAC ovvero a terzi per fatto proprio ovvero dei suoi dipendenti.
In merito al testo standard della convenzione di affidamento, 14.1 a) si prega di precisare se la dicitura “sciopero generale o nazionale” è riportata quale clausola di forza maggiore solo a titolo esemplificativo (anche con riferimento a quanto contenuto nell’art. 25.2 Risposta: la dizione “sciopero generale o nazione” deve essere intesa a titolo meramente esemplificativo, e non esaustivo, delle ipotesi  riconducibili alla esimente della cd. forza maggiore.
In merito al testo standard della convenzione di affidamento, 17.4 si prega di specificare per quale importo sarà escussa la garanzia ai sensi dell’articolo Risposta: la garanzia verrà escussa per tutte le somme ancora  dovute dalla sub-concessionaria in forza dell’art. 17.1 della Convenzione,  alla data di decadenza  ovvero di  risoluzione di quest’ultima. Non si può indicare aprioristicamente un importo (ovviamente l'escussione avverrà nei limiti dell'importo garantito).
In merito al testo standard della convenzione di affidamento, 19.2 Si prega di specificare se il contratto dovrà essere registrato a cura della Subconcessionaria presso l’Agenzia delle entrate di propria competenza (sede legale della Subconcessionaria). Risposta: per la registrazione del contratto risulta competente qualunque ufficio dell’Agenzia delle Entrate.
In merito alla fideiussione indicata al punto e) della sezione “1. Premessa e oggetto dell’affidamento”, si richiede se sia possibile prevedere un tetto massimo all’impegno di adeguamento della banca fideiubente in termini assoluti o percentuali rispetto all’importo della fideiussione. Risposta: l’impegno di adeguamento potrà essere assolto dalla Banca anche mediante l’indicazione di un tetto massimo dell’importo futuro, oggetto della fideiussione. Tale tetto massimo, però, deve essere commisurato quantomeno alle royalties che deriverebbero dalle aspettative di incasso che potranno essere ricavate dal business plan che, se non erro, dovrà essere allegato alla offerta.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre informato sui servizi, le rotte e le attività dell'Aeroporto di Catania

Prenota Hotel