SAC


Attività Foord and Beverage . Lotto 3C e 3Cbis

05 Giugno 2018

Riservato alle sole aziende destinatarie di espressa richiesta a presentare offerta
per assegnazione di aree per l'esercizio di attività commerciali Food and Beverage all'interno del nuovo Terminal C - Lotto 3C e 3Cbis

RISPOSTA AI QUESITI POSTI

Domanda n.6 : si chiede di sapere se la cauzione richiesta propedeutica alla fideiussione in caso di aggiudicazione, può essere prodotta con assegno circolare intestato a Sac Spa?
Risposta: Non è possibile

Domanda n.7 : In merito alla fidejussione da produrre in gara, il 2% è da calcolare su 600.000 euro (pari a un minimo garantito annuo pari a 100.000 euro, per 6 anni).
La fidejussione deve esse pari a 12.000 euro? Risposta: SI
E’ possibile e mettere la fidejussione con compagnia assicurativa anziché con primario istituto bancario?
Risposta: Non è possibile

Domanda n.8: non esistendo un testo relativo alla fideiussione provvisoria da emettere, si chiede se la durata della stessa debba essere di 180 o 360 giorni ? decorrenti dalla scadenza di presentazione dell'Offerta di gara?
Risposta: La durata è di 180 giorni decorrenti dalla scadenza di presentazione dell'Offerta di gara

Domanda n.9 :  con la presente si richiedono i seguenti chiarimenti in merito alla procedura in oggetto:

Nella lettera di Invito a presentare offerta viene riportato che la durata della convenzione è pari a 6 anni (con opzione di estensione per massimo 2 anni). Tuttavia l'articolo 3.1. della Convenzione Standard, riporta come durata della Subconcessione 5 anni non prorogabili. Chiediamo in merito, quale delle due tempistiche di durata della subconcessione sia corretta. Risposta: la durata della convenzione è pari a 6 anni con opzione di estensione per massimo 2 anni.

Si chiede di meglio specificare se, in merito alla durata riportata nella lettera di invito a presentare offerta, l'opzione di estensione per massimo 2 anni sia esercitabile dall'offerente o solo ed esclusivamente dalla concedente. Risposta: essendo la dura della convenzione collegata all’apertura dell’aerostazione denominata Morandi, la concessione del periodo successivo ai 6 anni è un opzione solo ed esclusivamente della concedente

Nella lettera di Invito a presentare offerta viene indicato che le roy sulle ricariche telefoniche sono pari al 2% e quelle sui giornali e riviste sono pari al 6%. Si chiede di chiarire se tali roy siano dovute sul fatturato totale generato da questi articoli o solo sull'aggio percepito Risposta: le roy sono dovute sul fatturato totale generato da questi articoli

In merito allo schema di Business Plan allegato alla procedura in oggetto si chiedono le seguenti precisazioni:
Si chiede conferma che debbano essere compilati un business plan per il lotto 3C e un business plan per il lotto 3C bis Risposta: è sufficiente un unico business plan
Si chiede su quale arco temporale deve essere compilato il Business Plan. Per essere più chiari devono essere compilate sei colonne (pari ai 6 anni di affidamento) oppure 8 colonne (pari ai 6 anni di affidamento comprese i due di rinnovo opzionali)? Risposta: l’arco temporale è di 6 anni
La prima colonna riportata nel business plan (denominata "2018") rappresenta un anno intero (12 mesi) di concessione? Risposta: no rappresenta quota parte
In caso di risposta negativa al quesito c) si chiede di indicare quale frazione di anno (2018) debba essere considerata Risposta: il periodo di riferimento è 15/07/2018-31/12/2018
In caso di risposta negativa al quesito c) si chiede inoltre di indicare se debbano essere compilate le prime 7 colonne, da quella denominata "2018" a quella denominata "2024", compilando il "2024" per la sola frazione di anno che va dal 01/01/24 alla scadenza del sesto anno di concessione e lasciando quindi vuote le restanti. Altrimenti, nel caso debba essere ricompresa nella durata del business plan anche l'opzione di rinnovo, si chiede se debbano essere compilate le prime 9 colonne, da quella denominata "2018" a quella denominata "2026", compilando il 2026 per la sola frazione di anno che va dal 01/01/26 alla scadenza dell'ottavo anno di concessione, lasciando vuote le restanti. Risposta: si le prime sette colonne fino al 2024
Si chiede conferma che con il termine CONTATTI si intenda il nr. scontrini emessi dal pdv. In caso di risposta negativa si chiede di specificare cosa si intenda Risposta: si nr. scontrini
Si chiede conferma che con il termine TASSO DI PENETRAZIONE si intenda il rapporto tra nr. scontrini emessi dal pdv e il numero dei passeggeri. In caso di risposta negativa si chiede di specificare cosa si intenda. Risposta: si, si intende il rapporto tra nr. scontrini emessi dal pdv e il numero dei passeggeri

Nella Convenzione Standard è riportato all'articolo 5 Corrispettivi che il primo gennaio di ogni anno solare successivo a quello di stipula della convenzione, l’importo minimo garantito sarà indicizzato in funzione della variazione percentuale più elevata tra l’indice ISTAT per famiglie e operai e il 50% dell’aumento percentuale del numero passeggeri, rilevato da Assaeroporti nell’Aeroporto di Catania. Si chiede se in merito a tale adeguamento per il Minimo Anno Garantito dei lotti 3C e 3Cbis della procedura in oggetto, vengano tenuti in considerazione gli aumenti percentuali del numero passeggeri del solo Terminal C oppure dell'intero Aeroporto di Catania. Risposta: dell'intero Aeroporto di Catania

Si chiede, in caso di aggiudicazione, se sarà possibile ottenere copia degli As-Built e delle certificazioni dei seguenti impianti:
a. impianto elettrico, con indicazione della potenza max attuale e della potenza max disponibile e del POD, e dei relativi schemi;
b. impianto di messa a terra;
c. impianto estrazione aria/ventilazione;
d. impianto idrico-sanitaria;
e. impianto di scarico (acque bianche/nere) ed eventuale presenza di degrassatori;
f. autorizzazioni igienico sanitarie o eventuali pareri dell’ASL competente.
c. impianti speciali (sprinkler e rilevazione fumi)
Risposta: si, sarà possibile
Si chiede se i locali oggetto della presente procedura siano attualmente soggetti a CPI. Si chiede, in particolare, se oggi siano presenti sistemi antincendio di tipo passivo a cui si deve fare riferimento. Risposta: si

Si chiede di chiarire se esista un “Regolamento Raccolta Rifiuti” a cui bisogna rispondere; in caso affermativo, si chiede di poterne ricevere una copia. Risposta: Non esiste

Si chiede di chiarire se a fine concessione gli spazi debbano essere ripristinati nello stato attuale ovvero lo stato alla consegna. Risposta: lo stato alla consegna

Si chiede se sia possibile eseguire impianti “sotto-traccia”, in particolare nella pavimentazione. In caso affermativo, si chiede di chiarire se siano disponibili scorte di pavimentazione per il ripristino degli spacchi delle “tracce”. Risposta: si, è possibile ma sara a cura e spese del subconcessionario ripristinare la pavimentazione secondo le caratteristiche tecniche del materiale indicate da SAC.

Si chiede di chiarire se sia ammesso prevedere, in fase di realizzazione dei locali, l’applicazione di una pavimentazione di finitura sopra quella attualmente esistente. Risposta: Si, anche se la valutazione finale sarà fatta sulla base del progetto presentato

Si chiede di chiarire se siano presenti regolamenti/limitazioni per quanto concerne l’installazione di Insegne e/o comunicazione esterna sia in prossimità dei locali che all’interno dell’area degli stessi. Risposta:
Si, anche se la valutazione finale sarà fatta sulla base del progetto presentato

Si chiede se sia possibile prevedere l’installazione di sistemi di chiusura del locale (es. serrande) per gli orari di riposo. Risposta: Si

Si chiede se la Concedente abbia previsto delle “Linee Guida Progettuali” a cui dover rispondere. In caso affermativo, si chiede di poterle condividere. Risposta: non sono previste

Si chiede se siano previste limitazioni in fase di realizzazione dei locali oggetto della presente procedura, in particolare per quanto riguarda gli orari di esecuzione dei lavori. Risposta: nessuna limitazione a condizione che i lavori non intralcino l’operatività dei passeggeri

Si chiede se è necessario redigere un documento distinto per ognuna delle relazioni richiamate al punto 2.2.1 della lettera di invito al punto 4),5),6) e 7) oppure se è possibile ricomprenderle in un unico documento, separando ovviamente ognuno degli argomenti richiesti. Risposta: è possibile ricomprenderle in un unico documento separando ognuno dei punti richiesti

Nel caso sia possibile redigere un unico documento per le 4 relazioni citate al punto 18) si chiede se sia possibile redigere un unico documento tecnico per entrambi i lotti Risposta: si, è possibile

Domanda n.10:

Si richiede bozza del testo standard della fidejussione da produrre in caso di aggiudicazione definitiva, così come indicato al punto sub e) delle segnalazioni di S.A.C. contenute nelle premesse. Risposta: Si allega testo standard

In merito al punto 2.2.1, è possibile accorpare le richieste 1) e 2) in un unico documento? Risposta: è possibile ricomprenderle in un unico documento separando ognuno dei punti richiesti
In merito al punto 2.2.1, è possibile accorpare le richieste 4), 5), 6) e 7) in un unico documento? Risposta: è possibile ricomprenderle in un unico documento separando ognuno dei punti richiesti
In merito al punto 2.2.1, richiesta 3), si richiede di confermare che l’importo richiesto sia pari a €12.000 totali Risposta: Si conferma

In merito al punto 2.2.1, richiesta 10), si chiede di fornire lo “schema di business plan allegato” in formato excel Risposta: si allega schema di business plan allegato” in formato excel

In merito al contenuto della convenzione standard, si chiede di confermare che l’orario di apertura del punto vendita sarà 06.00 – 21.00 Risposta: l’orario di apertura e chiusura è funzionale allo schedulato dei voli, sulla base della libera organizzazione dei subconcessionari.

Cristoforo Sardo
Responsabile Unico del Procedimento

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre informato sui servizi, le rotte e le attività dell'Aeroporto di Catania

Prenota Hotel