SAC


App Assistenze Speciali

 

SERVIZI AI PASSEGGERI CON DISABILITÀ O MOBILITÀ RIDOTTA


INFORMAZIONI

SAC Società Aeroporto Catania S.p.A. 
Sede: Aeroporto Fontanarossa – 95121 – Catania 
Contatti:
Centralino 095 7239111  
prm@aeroporto.catania.it  
info@aeroporto.catania.it 
 
IL REGOLAMENTO (CE) n. 1107/2006 DELLA COMUNITA’ EUROPEA STABILISCE CHE: 
"LE PERSONE CON DISABILITA’ E LE PERSONE CON MOBILITA’ RIDOTTA DEVONO AVERE ACCESSO AL TRASPORTO E NON ESSERE ESCLUSE A CAUSA DELLA LORO DISABILITA’O MANCANZA DI MOBILITA’, SE NON PER MOTIVI GIUSTIFICATI DI SICUREZZA PREVISTI DALLA LEGGE."

A SEGUITO DELL’ADOZIONE DEL REGOLAMENTO IN TUTTI GLI SCALI ITALIANI LA SAC S.P.A. HA ORGANIZZATO L’ASSISTENZA AI PRM IN ARRIVO ED IN PARTENZA SECONDO GLI STANDARD DI QUALITA’ PREVISTI DALLA NORMATIVA.

 

SERVIZI DI ASSISTENZA PRM

Ai passeggeri con speciali esigenze di assistenza è riservata particolare attenzione, attraverso apposite procedure, servizi, locali e personale dedicato. 

Presso due sale d’attesa dedicate (Sala Amica), ubicate una nella hall partenze (nei pressi delle biglietterie) e l’altra in sala imbarco, i passeggeri a ridotta mobilità ricevono un servizio qualificato in un ambiente accogliente e confortevole. 

Lo scalo è dotato di 60 sedie a rotelle, 4 veicoli speciali per l’imbarco e lo sbarco di passeggeri con problemi di mobilità in caso di aeromobili non serviti da pontili e 2 navette dotate di sollevatore per le assistenze da/per parcheggio e l’imbarco di PRM deambulanti. 

Il coordinamento del servizio PRM è centralizzato e gestito da personale SAC qualificato e addestrato. 

All’ingresso dei terminal sono designati i punti di arrivo e partenza all’interno del sedime aeroportuale, dove sono state installate postazioni di chiamata dai punti designati al coordinamento, che smista i servizi al personale addetto. 

Si tratta di impianti con videocitofono multimediale accessibile alle varie disabilità, dotati di sofisticate funzionalità di rilevazione presenza e guida al servizio per il caso degli ipovedenti, fino alla completa sessione di audio/video conferenza con possibilità di chat (per il caso dei passeggeri audiolesi). 

I passeggeri PRM possono, attraverso percorsi interni ed esterni facilitati, accedere autonomamente ai servizi aeroportuali essenziali. 

Lo scalo è inoltre dotato di mappe tattili e percorsi per non vedenti. Inoltre sono disponibli monitor informativi dedicati nelle hall partenze e arrivi. 

 

PARCHEGGI

Nella zona antistante l’aerostazione partenze/arrivi sono dedicati ai PRM posti auto opportunamente segnalati per il carico/scarico dei passeggeri. La SAC S.p.A. ha anche individuato parcheggi dedicati, facilmente accessibili, collocati all’ingresso delle aerostazioni (sosta limitata) e nei parcheggi a lunga sosta dove è disponibile un servizio di transfer con bus navetta dotato di sollevatore. Il PRM deve rivolgersi all’operatore del parcheggio per attivare il servizio. 

Il passeggero in partenza viene assistito da operatori qualificati SAC Service in tutte le operazioni di accettazione, controlli e imbarco sull’aeromobile con sollevatore o tramite finger. 

In arrivo il passeggero viene assistito dallo sbarco dall’aeromobile, con lo speciale sollevatore o tramite finger, fino al recupero del bagaglio.


Mappa parcheggi 


MODALITA' PER RICHIEDERE L'ASSISTENZA

La richiesta di assistenza e le esigenze particolari del passeggero con disabilità o a mobilità ridotta devono essere notificate all’atto della prenotazione al vettore aereo, al suo agente o all’operatore turistico almeno quarantotto ore prima dell’ora di partenza del volo pubblicata

Se avete una disabilità o una condizione medica che richiede assistenza speciale si consiglia vivamente di utilizzare questa checklist prima di effettuare la prenotazione. 

Può essere compilato da voi, da un parente, o dal vostro agente di viaggio. 

Le informazioni vi serviranno a verificare il tipo di assistenza giusto per voi e ricevere un servizio di qualità su misura alle vostre particolari esigenze.

Vi ricordiamo di fornire le informazioni sulle vostre esigenze alla compagnia aereaalmeno 48 ore prima del viaggio. In caso contrario si rischia di non ottenere l’assistenza necessaria.

CHECK-LIST per la preparazione del viaggio 

Con l’aiuto della seguente checklist può controllare velocemente e facilmente di avere effettuato tutti i preparativi essenziali per il suo volo:

  • Al momento della prenotazione del volo ha informato l’agenzia di viaggi o la compagnia area della sua ridotta mobilità e precisato le proprie esigenze, come ad esempio una dieta speciale o l’uso di attrezzature e servizi particolari (sedia a rotelle, cane guida, ecc.) o di equipaggiamenti medici (ad. es. erogatore di ossigeno)?

  • Ha prenotato il suo volo con almeno due giorni di anticipo e comunicato se viaggerà con la sua sedia a rotelle, fornendone le dimensioni e il peso, se è dotata di batteria (in questo caso specificare la tipologia), ecc?

  • Per stabilire il tipo di assistenza che necessita utilizzi la legenda IATA; in particolare è necessario segnalare all'atto della prenotazione se è in grado di salire e scendere le scale e se riesce a camminare autonomamente all'interno dell'aeromobile. 

  • Quando ha acquistato il biglietto si è informato sul servizio per passeggeri con mobilità ridotta all’aeroporto di partenza o destinazione?

  • Si presenterà in aeroporto per tempo, almeno 60 minuti prima del decollo se arriva al terminal o al check-in, 2 ore prima se arriva a un punto designato all'interno del perimetro aeroportuale (ad es. ai parcheggi o alla fermata bus).


PASSEGGERI A RIDOTTA MOBILITÀ IN PARTENZA


PARCHEGGIO

Il PRM in partenza (segnalato dalla compagnia aeree) ha la possibilità, nel caso in cui arrivasse presso lo scalo di Catania con mezzi propri, di sostare presso il parcheggio SAC dedicato ubicato nella strada principale di accesso all'aerostazione, dove vi sono stalli riservati ai passeggeri PRM.

E' possibile segnalare l'arrivo ai nostri parcheggi anche attraverso il modulo da compilare online presente nella sezione "ASSISTENZA PARCHEGGIO".

Le aree di parcheggio designate sono facilmente individuabili in quanto riportano la segnaletica "PRM PARKING/PARCHEGGIO PRM" e sono identificate con la simbologia di fianco.

Al parcheggio sarà sufficiente segnalare la propria presenza agli addetti che provvederanno a chiamare l'assistenza.

E' disponibile un servizio di transfer con bus navetta dotato di sollevatore. Il PRM, previa prenotazione con e-mail all’indirizzo prm@aeroporto.catania.it  almeno 48 ore prima della partenza, deve rivolgersi all’operatore del parcheggio per attivare il servizio.

Il passeggero portà usufruire del trasporto con bus navetta attrezzato con sollevatore fino al terminal (visualizza mappa parcheggi).

 

INGRESSI TERMINAL

I passeggeri PRM che arriveranno direttamente ai terminal possono invece effettuare la chiamata citofonica multimediale per l'assistenza Sala Amica presso i punti designati:

  • ingresso aerostazione Partenze;

  • Ingresso Arrivi (fermate bus e taxi).

ASSISTENZA

Il PRM viene,quindi,  assistito da un addetto Sala Amica all'arrivo della navetta sino al check-in, ove saranno espletate le operazioni di accettazione e di spedizione del bagaglio. Verrà poi accompagnato attraverso percorsi preferenziali per effettuare i controlli di sicurezza e passaporto sino al gate d'imbarco.

Le operazioni di imbarco saranno effettuate tramite finger o tramite un mezzo speciale denominato ambulift per il trasporto all'aereo e per il trasferimento a bordo.


PASSEGGERI A RIDOTTA MOBILITÀ IN ARRIVO


In arrivo il passeggero PRM segnalato dalla compagnia aerea, viene atteso da un addetto che lo assiste nello sbarco, e che lo accompagnera’ sino al ritiro dei bagagli e quindi all’esterno, all’incontro con i parenti o amici, oppure alla navetta, nel caso in cui avesse il mezzo proprio e si dovesse recare presso i nostri parcheggi.

 


LEGENDA REF. IATA


Di seguito la legenda introdotta dalla IATA:

WCHR

Passeggero che può camminare autonomamente all'interno dell'aeromobile nonchè scendere e salire le scale, ma che ha bisogno di una sedia a rotelle o di altro mezzo di trasporto per spostarsi all'interno dell'aerostazione.

WCHS

Passeggero che può camminare autonomamente all'interno dell'aeromobile, ma che non può scendere o salire le scale e che ha bisogno di una sedia a rotelle o di altro mezzo di trasporto per spostarsi all'interno dell'aerostazione.

WCHC

Passeggero immobilizzato, che bisogno di una sedia a rotelle per spostarsi e necessita di assistenza dal momento dell'arrivo in aeroporto fino al termine del volo nonchè per uscire dall'aeroporto.

DEAF

Passeggero con menomazione dell'udito o dell'udito e della parola.

BLIND

Passeggero con menomazione della vista.

DEAF/BLIND

Passeggero con menomazione della vista e dell'udito che ha bisogno dell'assistenza di un accompagnatore per spostarsi.

STCR

Passeggero che può essere trasportato unicamente con la barella.

MEDA

Passeggero che ha bisogno di assistenza medica.

MAAS

Tutti coloro che hanno richiesto un qualche tipo di assistenza diversa da quelle elencate.

DPNA

Passeggero con disabilità intellettuale o dello sviluppo che necessita assistenza.

 

 


SERVIZI AI DISABILI


Passeggeri con disabilità o a mobilità ridotta - FAQ  

1. Quali sono le normative nazionali e internazionali che tutelano i miei diritti di passeggero disabile o con mobilità ridotta? 

Le normative che tutelano i tuoi diritti di passeggero disabile o con mobilità ridotta sono: 

  • il Regolamento (CE) n. 1107/2006 del 5 luglio 2006 relativo ai diritti delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta nel trasporto aereo;
  • il Decreto Ministeriale n. 107/T del 24 luglio 2007 recante “Designazione dell’organismo responsabile dell’applicazione del regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006, n. 1107, concernente i diritti delle persone con disabilità o delle persone a mobilità ridotta nel trasporto aereo”;
  • il Decreto legislativo 24/2009 del 24 febbraio 2009 "Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (CE) n. 1107/2006 relativo ai diritti delle persone con disabilità e delle persone a mobilità ridotta nel trasporto aereo" ;

2. La compagnia aerea può rifiutarmi l’imbarco o una prenotazione per un volo a causa della mia disabilità o mobilità ridotta? 

Una compagnia aerea, un suo agente o un operatore turistico non può rifiutare, per motivi di disabilità o di mobilità ridotta: 

  • a. di accettare una prenotazione per un volo in partenza o in arrivo a un aeroporto al quale si applica il Regolamento (CE) n. 1107/2006; 
  • b. di imbarcare una persona con disabilità o una persona a mobilità ridotta in tale aeroporto, se la persona interessata è in possesso di un biglietto valido e di una prenotazione.

3. Ci sono eccezioni al divieto di rifiutarmi l’imbarco o una prenotazione a causa della mia disabilità? 

Il rifiuto della prenotazione o dell’imbarco può avvenire solo: 

  • a. per motivi di sicurezza 
  • b. se le dimensioni dell’aeromobile o dei suoi portelloni rendono fisicamente impossibile l’imbarco o il trasporto del passeggero disabile o a mobilità ridotta. 

4. La compagnia aerea è tenuta a informarmi sulle condizioni di trasporto applicate alle persone con disabilità o a mobilità ridotta? 

È obbligatorio per la compagnie aerea, per il suo agente o per l’operatore turistico mettere a disposizione del pubblico, in formati accessibili, le norme di sicurezza applicate al trasporto di persone con disabilità nonché le eventuali restrizioni al loro trasporto. 

5. Se ho bisogno di assistenza a causa della mia disabilità, a chi devo richiedere il servizio? 

Per ricevere assistenza il servizio va richiesto alla compagnia aerea, al suo agente o all’operatore turistico con cui si effettua la prenotazione, con un preavviso di almeno 48 ore dall’ora di partenza del volo pubblicata. 

6. Devo essere io a comunicare il mio arrivo in aeroporto per ricevere il servizio di assistenza per le persone disabili? 

È la compagnia aerea, un suo agente o l’operatore turistico con cui il passeggero disabile o a mobilità ridotta effettua la prenotazione, che comunica il suo arrivo in aeroporto e richiede l’assistenza al gestore aeroportuale. Il servizio di assistenza negli aeroporto di partenza, arrivo e transito deve essere prenotato almeno 36 ore prima dell’ora di partenza del volo pubblicata. Il gestore aeroportuale è tenuto a prestare ai passeggeri disabili o a mobilità ridotta tutte le forme di assistenza necessarie. 

7. Una volta arrivato in aeroporto dove devo andare? Sono presenti dei punti dove avviene l’accoglienza dei passeggeri disabili o a mobilità ridotta? 

Il gestore aeroportuale deve designare, in modo chiaro, i punti di arrivo e di partenza sia all’interno che all’esterno dell’aerostazione per i passeggeri disabili o a mobilità ridotta, mettendo a loro disposizione le informazioni di base sull’aeroporto. 

8. Chi presta assistenza ai passeggeri disabili in aeroporto è tenuto a farlo anche durante il volo? 

Il gestore aeroportuale è tenuto a prestare ai passeggeri disabili o a mobilità ridotta tutte le forme di assistenza necessarie nel momento in cui si trovano in aeroporto fino al momento dell’imbarco sull’aereo; sarà la compagnia aerea a offrire la dovuta assistenza durante il volo. Il gestore aeroportuale e la compagnia aerea devono garantire la presenza di personale adeguato alle esigenze dei disabili e provvedere all’opportuna formazione di tutto il personale che lavora in aeroporto. 

9. Quali sono nel dettaglio le forme di assistenza che deve prestare il gestore aeroportuale a un passeggero disabile o a mobilità ridotta? 

Il gestore aeroportuale deve prestare gratuitamente ai passeggeri a mobilità ridotta le forme di assistenza che consentono di: 

  • comunicare il loro arrivo all'aeroporto e la richiesta di assistenza ai punti designati all'interno e all'esterno dei terminal 
  • spostarsi da un punto designato al banco dell'accettazione 
  • adempiere alle formalità di registrazione del passeggero e dei bagagli 
  • procedere dal banco dell'accettazione all'aeromobile, espletando i controlli per l'emigrazione, doganali e di sicurezza
  • imbarcarsi sull'aeromobile, mediante elevatori, sedie a rotelle o altra assistenza specifica necessaria 
  • procedere dal portellone dell'aeromobile al posto a sedere 
  • riporre e recuperare il bagaglio a bordo 
  • procedere dal posto a sedere al portellone dell'aeromobile 
  • sbarcare dall'aeromobile, mediante elevatori, sedie a rotelle o altra assistenza specifica necessaria 
  • procedere dall'aeromobile alla sala ritiro bagagli e ritirare i bagagli, completando i controlli per l'immigrazione e doganali 
  • procedere dalla sala ritiro bagagli a un punto designato 
  • prendere i voli in coincidenza, se in transito, con assistenza a bordo e a terra, all'interno dei terminal e tra di essi, a seconda delle esigenze specifiche 
  • poter utilizzare i servizi igienici in caso di necessità 
  • poter essere assistito in aeroporto, su richiesta, dal proprio accompagnatore per le operazioni di imbarco e sbarco 
  • ricevere, previo avviso di 48 ore, assistenza a terra per tutte le attrezzature necessarie per la mobilità 
  • ricevere assistenza a terra per cani da assistenza riconosciuti, ove opportuno 
  • poter accedere alle informazioni sui voli 

Inoltre Il gestore deve fissare e rendere pubbliche le norme di qualità per l’assistenza, ad eccezione degli aeroporti commerciali con transito annuo di passeggeri inferiore a centocinquantamila. 

10. Quali sono nel dettaglio le forme di assistenza che debbo ricevere invece dalla compagnia aerea? 

La compagnia aerea deve garantire ai passeggeri a mobilità ridotta le seguenti forme di assistenza: 

  • trasporto in cabina dei cani da assistenza riconosciuti, nel rispetto della regolamentazione nazionale 
  • oltre agli apparecchi medici, trasporto di al massimo due dispositivi di mobilità per persona con disabilità o persona a mobilità ridotta, comprese sedie a rotelle elettriche, previo preavviso di quarantotto ore e limitatamente allo spazio disponibile a bordo dell'aeromobile nonché nel rispetto della pertinente normativa relativa alle merci pericolose 
  • comunicazione delle informazioni essenziali sul volo in formato accessibile 
  • realizzazione di ogni sforzo ragionevole al fine di attribuire, su richiesta, i posti a sedere tenendo conto delle esigenze delle singole persone con disabilità o a mobilità ridotta, nel rispetto dei requisiti di sicurezza e limitatamente alla disponibilità 
  • se necessario, assistenza alle persone affinché possano raggiungere i servizi igienici 
  • qualora una persona con disabilità o una persona a mobilità ridotta sia assistita da una persona di accompagnamento, il vettore aereo effettua ogni sforzo ragionevole per attribuire a tale persona un posto a sedere vicino alla persona con disabilità o alla persona a mobilità ridotta. ​

11. Il mio caso di disabilità, che non mi permette di percorrere lunghe distanze, è diverso da quello di un ipovedente o di un cieco. Come posso verificare che mi venga fornito l’adeguato servizio di assistenza? 

Il servizio, una volta richiesto, viene classificato con una delle sigle condivise a livello internazionale che indicano i diversi tipi di necessità. Le sigle identificative sono: 

  • BLND Passeggeri ipovedenti o ciechi 
  • WCHR Passeggeri che non possono percorrere lunghe distanze. Possono salire e scendere le scale, possono muoversi in autonomia 
  • WCHS Passeggeri che non possono percorrere lunghe distanze e non possono salire e scendere le scale. Sono autonomi a bordo dell’aeromobile 
  • WCHC Passeggeri completamente immobili, non sono autosufficienti a bordo dell’aeromobile e necessitano di assistenza totale 
  • DEAF Passeggeri con disabilità uditiva 
  • DPNA Passeggeri con disabilità intellettuali o comportamentali ​

12. Se non ho ricevuto l’assistenza richiesta a chi mi devo rivolgere? 

Se non avete ricevuto l’assistenza richiesta o l’assistenza non è stata adeguata dovete presentare reclamo alla società di gestione aeroportuale per la mancata assistenza a terra o alla compagnia aerea per problematiche relative alla prenotazione/acquisto e per la mancata assistenza a bordo. Il reclamo potrà inoltre essere inviato all’Enac (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), utilizzando il modulo on-line disponibile sul portale dell’Ente www.enac.gov.it. In alternativa i reclami possono essere inviati per posta alla struttura Carta dei Diritti Enac – viale Castro Pretorio 118, 00185 Roma, via fax al numero 06 44596493 o via e-mail all’indirizzo passeggeri.disabili@enac.gov.it, oppure agli Organismi degli Stati dell’Unione europea per i voli in partenza e in arrivo in quegli Stati. 

13. Perché devo inviare il mio reclamo all’Enac? 

L’Enac è l’organismo responsabile in Italia del rispetto dei diritti del passeggero diversamente abile o a mobilità ridotta e può sanzionare i soggetti risultati inadempienti. Le conclusioni degli accertamenti effettuati dall’Ente verranno comunicate al passeggero che potrà utilizzarle a supporto di eventuali azioni legali nei confronti della compagnia aerea, del gestore aeroportuale o dell’operatore turistico. 

 

 


ASSISTENZA AL PARCHEGGIO


 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Rimani sempre informato sui servizi, le rotte e le attività dell'Aeroporto di Catania

Prenota Hotel